Violenza nelle relazioni familiari (L. 154/2001)

Lo Studio Legale Lunari di Milano offre assistenza e consulenza legale nell’ambito del diritto di famiglia con particolare attenzione a casi di violenza in ambito familiare. Infatti, la legge tutela i membri della famiglia contro gli episodi di violenza familiare, che possono verificarsi in tutte le situazioni di convivenza.

La violenza in famiglia, in particolare, può essere riscontrata sottoforma di:

  • violenza fisica, in forme più o meno gravi, in cui vanno inclusi anche consistenti atti intimidatori come urla, aggressioni verbali o violenza sugli oggetti, che, pur non producendo lesioni, hanno un effetto lesivo e minatorio;
  • violenza psicologica, consistente in atteggiamenti penetranti ma sottili, tanto più pericolosi in quanto spesso non vengono immediatamente percepiti o vengono sottovalutati dalla vittima; sono atti di violenza psicologica le denigrazioni, il controllo dei comportamenti, le strategie di isolamento, le intimidazioni, i ricatti, le colpevolizzazioni pubbliche e private e le umiliazioni.
  • violenza economica, consistente in tutti quegli atteggiamenti volti ad impedire che il familiare sia, o possa diventare, economicamente indipendente, in modo da potere esercitare sullo stesso un controllo indiretto.
  • violenza sessuale, che si ravvisa in tutte le situazioni in cui la vittima è costretta a fare o a subire, atti sessuali contro la propria volontà.
  • stalking, termine inglese che trova la sua origine in ambito venatorio, dove lo stalker è colui che si apposta e segue ossessivamente la preda. Il termine stalking indica tutto quell’insieme di comportamenti ripetuti, ossessivi, intrusivi, pressanti, indiscreti, offensivi ed irrispettosi, che includono sorveglianza e controllo, ricerca di contatto e di comunicazione nei confronti di una vittima infastidita e preoccupata per tali attenzioni e comportamenti non graditi.

 

L’Avv. Dott.ssa Lunari, che opera nel nuovo studio di Via Sauli 26 a Milano, offre consulenza legale e assistenza professionale alle vittime di violenza in ambito familiare e stalking. Lo Studio Legale Lunari può essere facilmente raggiunto da tutte le zone della città di Milano o dalla provincia.

Disposizioni di legge contro la violenza in famiglia

Il diffondersi e l’aggravarsi degli episodi violenti in ambito famigliare ha condotto all’introduzione della legge 4 aprile 2001, n. 154 - Misure contro la violenza nelle relazioni familiari, al fine di combattere il fenomeno della violenza nelle relazioni domestiche con mezzi adeguati e tempestivi, per proteggere i soggetti più deboli da comportamenti vessatori e prevaricatori, difficilmente contrastabili con gli strumenti ordinari della legge.

L’Art. 342-bis (Ordini di protezione contro gli abusi familiari) della Legge n. 154 del 4 Aprile 2001 stabilisce infatti che:

“Quando la condotta del coniuge o di altro convivente è causa di grave pregiudizio all’integrità fisica o morale ovvero alla libertà dell’altro coniuge o convivente, il giudice, qualora il fatto non costituisca reato perseguibile d’ufficio, su istanza di parte, può adottare con decreto uno o più dei provvedimenti di cui all’articolo 342-ter.”

Art. 342-ter (Contenuto degli ordini di protezione):

“Con il decreto di cui all’articolo 342-bis il giudice ordina al coniuge o convivente, che ha tenuto la condotta pregiudizievole, la cessazione della stessa condotta e dispone l’allontanamento dalla casa familiare del coniuge o del convivente che ha tenuto la condotta pregiudizievole prescrivendogli altresì, ove occorra, di non avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dall’istante, ed in particolare al luogo di lavoro, al domicilio della famiglia d’origine, ovvero al domicilio di altri prossimi congiunti o di altre persone ed in prossimità dei luoghi di istruzione dei figli della coppia, salvo che questi non debba frequentare i medesimi luoghi per esigenze di lavoro.

Il giudice può disporre, altresì, ove occorra l’intervento dei servizi sociali del territorio o di un centro di mediazione familiare, nonché delle associazioni che abbiano come fine statutario il sostegno e l’accoglienza di donne e minori o di altri soggetti vittime di abusi e maltrattati; il pagamento periodico di un assegno a favore delle persone conviventi che, per effetto dei provvedimenti di cui al primo comma, rimangono prive di mezzi adeguati, fissando modalità e termini di versamento e prescrivendo, se del caso, che la somma sia versata direttamente all’avente diritto dal datore di lavoro dell’obbligato, detraendola dalla retribuzione allo stesso spettante […]”

 

Con il medesimo decreto, il Giudice stabilisce anche le modalità di attuazione e la durata dell’ordine di protezione, a decorrere dal giorno dell’avvenuta esecuzione dello stesso, comunque non superiore a sei mesi e prorogabile su istanza di parte, soltanto se ricorrano gravi motivi e per il tempo strettamente necessario.

La legge 4 aprile 2001, n. 154, ha lo scopo di prevenire e reprimere i delitti contro la persona soprattutto in ambito famigliare, offrendo piena tutela alle vittime di violenza sessuale e di genere.

La legge n. 154, integrando l’articolo 572 c.p. in materia di maltrattamenti in famiglia, estende l’ipotesi di reato ai maltrattamenti del convivente, elevando la pena e aggravando il reato commesso nei confronti del minore di quattordici anni. La legge prevede inoltre modifiche alle norme sui delitti contro la libertà individuale e la libertà personale e introduce il reato di atti persecutori.

 

Lo Studio Legale Lunari di Milano offre tutela legale ai propri assistiti in materia di violenza in famiglia, sia essa fisica, psicologica, economica o sessuale, e in caso di stalking. Trattandosi di situazioni delicate in cui occorre agire con tatto e con fermezza, in caso di violenza in ambito famigliare è importante chiedere l’assistenza di professionisti esperti nel campo del diritto di famiglia e della tutela della persona.

Lo Studio Legale Lunari, comodamente raggiungibile da Milano e provincia, è un valido supporto per far fronte a situazioni di violenza in famiglia, minacce, stalking e altri atti persecutori o intimidatori.